Rassodamento Vagina Parto Post partum Laser Santeufemia

Trattamento in convenzione

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento atrofia vaginale in menopausa con laser Fotona

Convenzione studio Santeufemia – Associazione aBRCAdabra Onlus

Lo studio Santeufemia, affiliato dell’accademia VELA ( Vaginal Erbium Laser  Academy) ha stipulato,  una convenzione  con l’associazione aBRCAdabra  Onlus  nata per sostenere tutti i portatori di mutazioni genetiche  BRCA 1 e BRCA 2 e le loro famiglie. L’ associazione, tra i suoi molteplici scopi, ha il compito di supportare queste persone che hanno una elevata percentuale di sviluppo del cancro al seno o all’ovaio in età molto giovane e con forme particolarmente aggressive. Come è noto, le donne trattate per tumore della mammella o per tumori ormono-dipendenti non possono utilizzare alcun trattamento estrogenico, per cui vanno  inevitabilmente incontro  a disturbi di  atrofia vaginale ( secchezza, prurito, irritazioni), incontinenza urinaria  e  difficoltà o impossibilità ad avere rapporti (dispareunia). 

In esse l’unico trattamento in grado di migliorare lo stato delle strutture vaginali ripristinando la fisiologica funzione della vagina e consentire la ripresa di normali rapporti è: il trattamento vaginale con il Laser Erbium Fotona Smoothche consentirà loro, dopo il dramma della malattia, di poter tornare a rivivere la propria sessualità con il proprio partner. Questo innovativo sistema Laser, infatti, determina un vero ripristino funzionale della vagina, mediante trattamenti ambulatoriali, indolori e senza tempi di recupero.

In genere sono necessari almeno 3 trattamenti con intervallo di circa 1 mese.

L’obiettivo del progetto della convenzione stipulata tra l’associazione aBRCAdabra  Onlus  e lo Studio Santeufemia è quello di:

 offrire alle sue associate due sedute laser su tre gratuite:

Per cui per effetto di tale convenzione:

la prima seduta sarà a carico dello studio

la seconda a carico della paziente

la terza a carico della associazione.

Per ulteriori informazioni si consiglia di contattare lo studio Santeufemia 3381267006

(aBRCAdabra Onlus – tel 3517717451  E-mail segreteria@abrcadabra.it  – www.abrcadabra.it)

Laser e ginecologia

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Laser in campo ginecologico

Collagene Inestetismi Estetica Rughe Laser SanteufemiaOggi come non mai la tecnologia laser ha raggiunto livelli di eccellenza con risultati ben più efficaci rispetto a quella standard di qualche anno fa.

Il laser Er:YAG Fotona Smooth, grazie ad una tecnologia denominata VSP ( variable square pulse o impulso variabile) consente di utilizzare diverse lunghezze di impulso per ottimizzare l’effetto del laser sui tessuti e di ottenere un riscaldamento profondo degli stessi al fine di  stimolare la crescita del collagene (con impulsi molto lunghi), e l’asportazione di tessuto (con impulsi brevi) senza trasferirgli notevoli quantità di calore.

La tecnologia Smooth distribuisce l’energia in modo ottimale, per  ottenere un riscaldamento omogeneo all’interno della mucosa vaginale o della cute, senza danneggiare tessuti ed organi collocati in profondità nel primo caso e l’epidermide nel trattamenti cutanei.

 Nel campo ginecologico permette di migliorare la funzionalità, il benessere e l’aspetto estetico delle parti intime.

Il trattamento laser per il ripristino funzionale delle vagina – o ringiovanimento vaginale è indicato infatti per molti disturbi vaginali, come l’atrofia vaginale della menopausa, la dilatazione vaginale nel post partum, il prolasso e l’incontinenza urinaria da sforzo.

Il 29% delle italiane over 40 desidera sottoporsi a un intervento di Ringiovanimento vaginale, metodologia innovativa che permette di migliorare la funzionalità e l’aspetto estetico delle proprie parti intime.

Non si tratta di chirurgia estetica, ma di un trattamento laser che porta ad un recupero della funzione vaginale perduta a causa dei parti, della carenza ormonale e dell’invecchiamento dei tessuti.

Il laser applicato con una sonda direttamente in vagina determina uno stimolo termico indolore che ristabilisce una appropriata irrorazione ematica che a sua volta stimola la produzione e il rimodellamento del collagene.

Lo stimolo laser migliora lo stato della mucosa vaginale, aumentandone il turgore portando ad una maggiore idratazione e trasudazione vaginale, consentendo cosi il recupero funzionale dei tessuti vaginali. Si determina un vero e proprio ripristino funzionale della vagina (Laser Vaginal Rejuvenation) eliminando i sintomi legati all’atrofia vaginale, al rilassamento della pareti e all’incontinenza urinaria.

Il trattamento laser vaginale è un metodo ambulatoriale, indolore e sicuro

Lo strumento


L’apparecchio dedicato a queste applicazioni è uno strumento specifico studiato, realizzato ed ampiamente sperimentato proprio per questa indicazione,  Il laser mediante una una sonda robottizzata emette una luce infrarossa che non penetra profondamente nei tessuti, essendo completamente assorbita dall’acqua contenuta negli strati più esterni.

La procedura

La procedura laser viene eseguita in ambulatorio, non prevede anestesia essendo del tutto indolore e non necessita di incisioni o punti di sutura.  La durata del trattamento è di circa 50 minuti. I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta. Abitualmente il trattamento completo richiede 3 sedute a distanza di circa 30 giorni. La quasi totalità (96%) delle donne trattate riferisce  un effettivo miglioramento della qualità della vita e dei rapporti sessuali. La decisione su quanti cicli di trattamento saranno necessari sarà comunque presa dallo specialista che giudicherà in funzione della risposta al trattamento. La rapidità della risposta dipende dalla severità del disturbo iniziale.

Effetti collaterali

Il trattamento laser vaginale è un metodo indolore, sicuro e completamente ambulatoriale.

Per quanto riguarda i possibili effetti collaterali, i rischi per le pazienti sono veramente minimi: solo il 10% delle donne riferisce effetti collaterali transitori, leggeri arrossamenti o lievi gonfiori: piccoli fastidi non allarmanti immediatamente successivi alla seduta, che solitamente si risolvono spontaneamente in una giornata e con l’applicazione di creme lenitive. È consigliato per qualche giorno evitare di avere rapporti, il bagno caldo in vasca e l’esercizio fisico intenso. I risultati degli studi dimostrano significativi miglioramenti delle condizioni vaginali con miglioramento dei rapporti e anche della qualità di vita e della soddisfazione sessuale nel 80 % delle pazienti.

Prolasso Vagina Pavimento pelvico Laser Santeufemia

Prolasso vaginale

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento prolasso vaginale con laser Fotona

Prolasso Vagina Pavimento pelvico Laser SanteufemiaL’utero e la vagina sono  sostenuti all’interno del bacino da una combinazione di muscoli e legamenti che  formano il “pavimento pelvico“.

I parti distocici, la stipsi cronica e il normale processo di invecchiamento (carenza ormonale in menopausa) possono indebolire il pavimento pelvico con conseguente discesa degli organi che vi stanno sopra.

Il prolasso è quindi un abbassamento degli organi endopelvici dalla loro posizione normale, e il sintomo più comune riferito dalle pazienti è la sensazione di qualcosa che scende verso il basso.

Trattamenti alternativi alla chirurgia. 

Tra i trattamenti alternativi alla chirurgia proponibili alla donna, per la correzione del prolasso utero vaginale, oltre al pessario (indicato nelle donne anziane, che soffrono di gravi patologie tali da rendere controindicato ogni trattamento chirurgico) e alla riabilitazione perineale da proporre alle giovani donne per la correzione di un prolasso di grado lieve-medio associato ad incontinenza urinaria, segnalo la recente novità del    trattamento laser.

Infatti  l’utilizzo del laser vaginale rappresenta oggi la novità per il trattamento della perdita di funzionalità del pavimento pelvico che può verificarsi a qualunque età e che è sovente causa di disagi a livello sociale e psicologico.

Come opera il laser? 

 La procedura viene eseguita utilizzando una avanzata tecnologia a doppia lunghezza d’onda con il laser Fotona TimeWalker  che utilizza il laser Erbium in modalità Smooth e che per mezzo di una sonda robotizzata inserita  in vagina, deposita energia termica nel tessuto della mucosa vaginale procurando  un rimodellamento del collagene e quindi un ridimensionamento della fascia endopelvica e del tessuto del pavimento pelvico.

L’innovativo sistema laser agisce grazie all’ effetto foto-termico sui tessuti vaginali. 

La sua azione è semplice ed efficace: il raggio di luce emesso riscalda le pareti vaginali stimolando il rimodellamento delle fibre di collagene e la produzione di nuovo collagene.

Il risultato finale è che l’organo genitale femminile recupera la sua struttura originaria e la donna, già dal primo trattamento, comincia a notare i primi giovamenti e recupera il senso di benessere.

Il trattamento laser porta a un recupero della funzione vaginale perduta e nella gran parte dei casi, dopo qualche settimana i muscoli del pavimento pelvico riacquistano la propria elasticità. 

La procedura viene eseguita in ambulatorio, è un trattamento semplice, indolore e ha la durata di circa 45 minuti e in genere si eseguono 3 sedute a distanza di 30 gg.

Se stai riscontrando lassità dei tessuti vaginali e hai la sensazione di qualcosa che scende verso il basso o sei preoccupata della perdita di tono delle pareti vaginali contatta lo Studio Santeufemia per programmare una tua consulenza al fine di definire un adeguato trattamento alle tue esigenze.

Rassodamento Vagina Parto Post partum Laser Santeufemia

Atrofia vaginale

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento atrofia vaginale in menopausa con laser Fotona

Atrofia vaginale Menopausa Laser Santeufemia

La menopausa è un momento importante nella vita di ogni donna, accompagnato da cambiamenti fisiologici che non devono essere vissuti come disturbi ineludibili.

L’atrofia vaginale è un problema comune che si manifesta con bruciore, secchezza, prurito vaginale, irritazione e dolore durante il rapporto sessuale (dispareunia).

Alla base dei sintomi e dei disagi c’è il calo di estrogeni, che si riscontra dopo la menopausa (fisiologica, indotta chirurgicamente o conseguente a terapie antitumorali).

Questi sintomi, che con il tempo tendono ad acuirsi, hanno ripercussioni sulla vita sessuale già in parte compromessa dalla riduzione della libido legata alla carenza ormonale e possono causare profonde alterazioni dei rapporti di coppia e della qualità della vita.

Trattamento dell’Atrofia Vaginale

La terapia ormonale sostitutiva in post menopausa rappresenta un presidio fondamentale per risolvere questi problemi.

Tuttavia, molte donne non accettano il trattamento ormonale e purtroppo alcune presentano controindicazioni assolute a qualsiasi trattamento ormonale (donne in terapia per tumori alla mammella). 

Affrontare il problema e alleviarne la portata negativa è possibile attraverso il ricorso al laser, esso consente un nuovo trattamento non ormonale finalizzato a migliorare lo stato delle strutture vaginali ed è indicato e sicuro anche nelle donne operate per tumori ormono-dipendenti.

Non si tratta di chirurgia estetica, ma di un trattamento laser che porta a un recupero della funzione vaginale perduta a causa della carenza ormonale e dell’invecchiamento dei tessuti.


Convenzione studio Santeufemia – Associazione aBRCAdabra Onlus

Lo studio Santeufemia, affiliato dell’accademia VELA ( Vaginal Erbium Laser  Academy) ha stipulato,  una convenzione  con l’associazione aBRCAdabra  Onlus  nata per sostenere tutti i portatori di mutazioni genetiche  BRCA 1 e BRCA 2 e le loro famiglie. L’ associazione, tra i suoi molteplici scopi, ha il compito di supportare queste persone che hanno una elevata percentuale di sviluppo del cancro al seno o all’ovaio in età molto giovane e con forme particolarmente aggressive. Come è noto, le donne trattate per tumore della mammella o per tumori ormono-dipendenti non possono utilizzare alcun trattamento estrogenico, per cui vanno  inevitabilmente incontro  a disturbi di  atrofia vaginale ( secchezza, prurito, irritazioni), incontinenza urinaria  e  difficoltà o impossibilità ad avere rapporti (dispareunia). 

In esse l’unico trattamento in grado di migliorare lo stato delle strutture vaginali ripristinando la fisiologica funzione della vagina e consentire la ripresa di normali rapporti è: il trattamento vaginale con il Laser Erbium Fotona Smoothche consentirà loro, dopo il dramma della malattia, di poter tornare a rivivere la propria sessualità con il proprio partner. Questo innovativo sistema Laser, infatti, determina un vero ripristino funzionale della vagina, mediante trattamenti ambulatoriali, indolori e senza tempi di recupero.

In genere sono necessari almeno 3 trattamenti con intervallo di circa 1 mese.

L’obiettivo del progetto della convenzione stipulata tra l’associazione aBRCAdabra  Onlus  e lo Studio Santeufemia è quello di:

 offrire alle sue associate due sedute laser su tre gratuite:

Per cui per effetto di tale convenzione:

la prima seduta sarà a carico dello studio

la seconda a carico della paziente

la terza a carico della associazione.

Per ulteriori informazioni si consiglia di contattare lo studio Santeufemia 3381267006

(aBRCAdabra Onlus – tel 3517717451  E-mail segreteria@abrcadabra.it  – www.abrcadabra.it)


 Laser e Atrofia vaginale

L’atrofia vaginale rappresenta attualmente, una delle maggiori indicazioni per il ricorso al laser vaginale, il Laser Erbium in una particolare modalità, denominata SMOOTH, è in grado di offrire oggi una opportunità terapeutica unica per il ripristino funzionale della vagina in particolare per chi non vuole o non può affidarsi alla terapia ormonale.

L’azione del laser determina un ripristino funzionale delle strutture vaginali con una procedura ambulatoriale, sicura ed indolore. Il trattamento laser affronta il problema senza ricorrere a farmaci e agisce sui meccanismi che portano alla atrofia vaginale con secchezza e perdita di elasticità dei tessuti, eliminando prurito, irritazione e i dolori legati al rapporto sessuale.

La procedura viene eseguita utilizzando una avanzata tecnologia a doppia lunghezza d’onda con il sistema laser TimeWalker che  con una sonda robotizzata inserita  in vagina, determina uno stimolo termico che ristabilisce una appropriata irrorazione ematica che – a sua volta – stimola la produzione e il rimodellamento del collagene.

 Migliora lo stato della mucosa, ne aumenta il turgore grazie ad una maggiore idratazione e trasudazione vaginale, responsabili del recupero funzionale dei tessuti vaginali (Laser Vaginal Rejuvenation) e della eliminazione dei persistenti e fastidiosi sintomi. 

E’ un trattamento doloroso?

L’apparecchio dedicato a questa applicazione è uno strumento specifico (Er:YAG laser) non ablativo, che non provoca tagli o lesioni e che è stato studiato, realizzato ed ampiamente sperimentato proprio per questa indicazione. 

La procedura laser viene eseguita in ambulatorio, non prevede anestesia essendo del tutto indolore e non necessita di incisioni o punti di sutura. La durata del trattamento è di circa 50 minuti. 

I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta anche se abitualmente il trattamento completo richiede 2-3 sedute a distanza di circa 30 giorni. La quasi totalità (96%) delle donne trattate riferisce un effettivo miglioramento della qualità della vita e dei rapporti sessuali. 

Quanti cicli di trattamento devo eseguire?

La decisione su quanti cicli di trattamento saranno necessari sarà comunque presa dal ginecologo che giudicherà in funzione della risposta al trattamento. La rapidità della risposta dipende dalla severità del disturbo iniziale.

Ci sono effetti collaterali?

Gli effetti collaterali e i rischi per le pazienti sono veramente minimi: solo il 5% delle donne riferisce di effetti collaterali transitori: leggeri arrossamenti, piccoli fastidi non allarmanti immediatamente successivi alla seduta, fastidi che solitamente si risolvono spontaneamente in una giornata e con l’applicazione di creme lenitive. 

Dopo il trattamento si sconsiglia avere rapporti per 3-4 giorni, effettuare il bagno caldo in vasca e l’esercizio fisico intenso. 

I risultati degli studi dimostrano significativi miglioramenti delle condizioni vaginali con miglioramento dei rapporti, della qualità di vita e della soddisfazione sessuale nel 80 % delle pazienti.

Se stai riscontrando i sintomi dell’atrofia vaginale o sei preoccupata per i disturbi associati alla menopausa, prurito genitale, bruciori vulvo vaginali, secchezza vaginale, rapporti dolorosi, accorciamento e restringimento del canale vaginale, contatta lo Studio Santeufemia per programmare un consulto.

Incontinenza urinaria

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento incontinenza urinaria con laser Fotona

Incontinenza Sforzo Perdite Urina Laser Santeufemia

L’incontinenza urinaria da sforzo (SUI) è una condizione che colpisce milioni di donne in tutte il mondo.

Quasi 1 donna su 3 riferisce sintomi di incontinenza urinaria, tali sintomi possono essere imbarazzanti ed impedire a molte donne di partecipare ad attività come saltare, correre e ballare,     e che  spesso perdono involontariamente le urine in attività come ridere, tossire e starnutire. 

Laser terapia e continenza urinaria

L’impiego della laserterapia per il trattamento dell’incontinenza urinaria da sforzo (SUI) costituisce una nuova terapia non invasiva.

I trattamenti vengono eseguiti utilizzando il laser non ablativo Fotona TimeWalker Erbio:Yag  che  per mezzo di  una sonda robotizzata deposita  energia termica nella parete vaginale anteriore, nel vestibolo e nell’orifizio uretrale inducendo il rimodellamento del collagene e, conseguentemente, il ridimensionamento della fascia endopelvica e del tessuto del pavimento pelvico.

L’impiego della laser terapia per il trattamento dell’incontinenza urinaria da sforzo (SUI) è utile per quelle pazienti che soffrono di una lieve e moderata forma di incontinenza urinaria da sforzo e di incontinenza urinaria mista (Mixed Urinary Incontinence “MUI”).

 Trattamento laser  nella Incontinenza urinaria post partum

Le donne che sviluppano una incontinenza dopo il parto sono ottime candidate per i trattamenti IncontiLase; infatti, gli effetti fototermici possono aiutare a ripristinare la forza muscolare pelvica che è causa di incontinenza urinaria nei parti vaginali.

In ogni caso le neomamme devono attendere 2/3 mesi prima di effettuare procedure vaginali assistite dal laser.

Il trattamento laser è meno invasivo dei tradizionali metodi chirurgici. Presenta una percentuale di effetti collaterali molto bassa ed è ben tollerato dalle pazienti. 

Tempi di recupero post trattamento e numero di trattamenti

Il tempo di recupero è molto breve – la paziente può riprendere sin da subito le proprie attività quotidiane, a meno che non le venga consigliato di rispettare le precauzioni standard legate all’incontinenza urinaria da sforzo come per esempio, evitare sforzi che possono causare una pressione sulla vescica ed astenersi dai rapporti per almeno 3-4 giorni.

Si consigliano una serie di 3 trattamenti IncontiLase intervallati di circa 1 mese per ottenere ottimali miglioramenti.

Se sei preoccupata per le perdite involontarie di urina contatta lo Studio  Santeufemia per programmare un  consulto e stilare un programma di  trattamento finalizzato alla risoluzione  del tuo disturbo.

Rassodamento vaginale

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Rassodamento vaginale post partum con laser “Fotona”

Rassodamento Vagina Parto Post partum Laser SanteufemiaRilassamento vaginale

Il parto naturale può causare nella donna una modificazione temporanea o addirittura permanente delle strutture e dei tessuti vaginali, che, al passaggio del nascituro, subiscono un forte stress. 

I muscoli ed i tessuti che si trovano nella zona pelvica possono quindi rimanere lassi, perdendo la propria elasticità e tonicità originarie.

Questa condizione può portare nella donna la comparsa di varie problematiche, relative principalmente alla funzionalità della vagina.

La sindrome del rilassamento vaginale  è una condizione abbastanza frequente che può permanere anche diversi mesi dopo il momento del parto.

Sintomi del rilassamento vaginale

Questa problematica consiste in una vera e propria dilatazione del canale vaginale (wide vagina) che influisce negativamente soprattutto sulla vita sessuale, che risulterà non piacevole per la scarsa frizione tra pene e vagina e può sviluppare una condizione di incontinenza urinaria.

Come affrontare e risolvere la sindrome del rilassamento vaginale?

Oggi abbiamo la possibilità di offrire a queste pazienti un trattamento laser non invasivo in grado di ottenere il ripristino funzionale della vagina.

 La procedura viene eseguita utilizzando una avanzata tecnologia a doppia lunghezza d’onda con il laser Fotona TimeWalker che utilizza il laser Erbium in modalità Smooth e che per mezzo di una sonda robotizzata inserita in vagina, deposita energia termica nel tessuto della mucosa vaginale che stimola la produzione di nuovo collagene,  determinando un restringimento e rimodellamento   fototermico   della fascia endopelvica e dei tessuti  del pavimento pelvico.

Questa procedura denominata IntimaLase è l’ultima procedura all’avanguardia che in due fasi distinte tratta efficacemente la parte interna della vagina, il vestibolo e l’introito vaginale.

Quanti trattamenti devo effettuare? sono dolorosi?

I trattamenti per il ripristino funzionale della vagina con laser Fotona sono trattamenti ambulatoriali, semplici, indolori, della durata di circa 50 minuti. I risultati sono evidenti già dopo la prima seduta anche se abitualmente il trattamento completo richiede 2-3 sedute a distanza di circa 30 giorni. La quasi totalità (96%) delle donne trattate riferisce un effettivo miglioramento della qualità della vita e dei rapporti sessuali. 

Dopo il trattamento si sconsigliano rapporti per 3-4 giorni, bagno caldo in vasca e l’esercizio fisico intenso. 

Se stai riscontrando i sintomi della sindrome da rilassamento vaginale o sei preoccupata dalla perdita di tono delle pareti vaginali dopo il parto, contatta lo Studio  Santeufemia per programmare una consulenza gratuita al fine di definire un adeguato trattamento alle tue esigenze.

Lichen e atrofia vulvare

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento Lichen vulvare sclero atrofico con laser Fotona

Atrofia vaginale Menopausa Laser SanteufemiaIl Lichen sclerosus vulvare  è una malattia autoimmune, provocata dai nostri anticorpi, che ‘per errore’ attaccano parti sane del nostro organismo e nel caso specifico i tessuti vulvo-vestibolari.

Colpisce per la maggior parte le donne intorno alla menopausa ma non risparmia ragazze più giovani e addirittura bambine.

Sintomi del liken

 Il lichen provoca principalmente prurito vulvare spesso accompagnato da bruciore, causato dalle abrasioni dovute al continuo grattarsi. 

Altro sintomo frequentemente associato alla malattia è il dolore durante e dopo i rapporti sessuali (dispareunia). 

Talvolta   il lichen si può manifestare con macchie biancastre a livello della vulva, che possono confluire e dare così un aspetto color avorio a tutta l’area e nei casi più avanzati può portare anche ad una modificazione dell’anatomia, con restringimento dell’introito vulvare.

E’ una malattia contagiosa?

Il lichen non è contagioso e non è una malattia sessualmente trasmissibile.

Il decorso è cronico e le alterazioni possono a volte evolvere in carcinoma squamo cellulare per cui è necessario un monitoraggio periodico delle sedi colpite, mediante esame colposcopico e biopsia.

Il Lichen va quindi identificato e trattato il prima possibile.

Modalità di trattamento

Sino a poco tempo fa, il percorso terapeutico per il lichen proponeva solamente una cura a base di cortisone, che aveva lo scopo di ridurre i sintomi nella fase più acuta della malattia. 

 Negli ultimi anni è stata impiegata con successo anche la laser terapia.

Oggi abbiamo la possibilità di trattare il liken con   nuova ed esclusiva piattaforma che combina due tecnologie laser in un solo sistema (Er:YAG e Nd:YAG) : Il laser Fotona TimeWalker, che  con queste  due  lunghezze d’onda complementari  raggiunge una versatilità eccezionale.

Il Nd:YAG  per trattamenti in profondità  e l’ Er:YAG  per trattamenti  superficiali ablativi e non ablativi.

Modalità del trattamento laser

E’ una procedura che utilizza 3 diverse modalità di applicazione per rassodare e ringiovanire la pelle  e che può essere eseguita  in 45 minuti circa.

Il primo step   consiste in un rassodamento profondo della pelle con una particolare modalità denominata PIANO Nd: YAG. Tale modalità fornisce la luce laser in modo sicuro senza danneggiare la superficie dell’epidermide, riscalda gli strati profondi della pelle e   la rassoda stimolando una maggior produzione di collagene ed elastina.

Il secondo passaggio prevede l’utilizzo di un raggio laser Er:YAG in modalità non ablativa (Smooth) che  aumenta la produzione di collagene e genera un ulteriore rassodamento della cute  vulvare. 

 Un terzo passaggio infine, con Er:YAG in modalità ablativa, consente di ottenere una superficiale ablazione del tessuto atrofico.

Tutto ciò al fine di ottenere ringiovanimento e rassodamento della cute, associato ad aumento della vascolarizzazione e della idratazione nell’area trattata.

Quanti trattamenti dovrò fare?

Tre o più sessioni (a seconda dei casi) con intervalli mensili che utilizzano i parametri indicati possono per contrastare i disturbi e ridurre in modo quantificabile l’impatto del lichen sclerosus sulla vita dei pazienti.

Si consigliano ulteriori trattamenti di mantenimento una o due volte all’anno per conservare più a lungo i risultati ottenuti.

Se hai problemi di liken e/o  stai cercando un modo efficace per rassodare e migliorare la qualità della tua pelle,  con il laser, contatta lo Studio Santeufemia.

Verruche condilomi Laser Santeufemia

Condilomi

Dott. Giuseppe Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 338 1267006
giuseppesanteufemia@tiscali.it

SCRIVI RECENSIONE

Dott.ssa Stefania Santeufemia

Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Visite su appuntamento
+39 333 4015642
stefaniasanteufemia@yahoo.it

SCRIVI RECENSIONE

Studio Medico Santeufemia

CARBONIA – Viale Arsia n°56
IGLESIAS – Viale Antas n°3

Trattamento condilomi con Laser Fotona

Verruche condilomi Laser Santeufemia

I condilomi noti anche con il nome di verruche genitali o creste di gallo, sono malattie virali, che possono essere trasmesse con varie modalità, compresi i rapporti sessuali. Sono causati da una famiglia di virus denominata papilloma virus umani (HPV – Uman Papilloma Virus).

Una volta presenti i condilomi possono essere trasmessi con i rapporti sessuali ed è per questo motivo che devono essere curati. I condilomi possono colpire sia la donna che l’uomo e interessare la cute (pube, grandi labbra, vulva, pene, scroto, perineo, regione perianale, distretti extragenitale) e le mucose ( vagina, cervice uterina, uretra, lingua, cavo orale, etc.).

I condilomi si presentano sotto forma di escrescenze carnose, di consistenza varia e di colore tra il violetto ed il rosa, isolate o riunite in gruppi e solitamente non sono dolenti. Il periodo di incubazione del virus può essere anche di alcuni mesi; pertanto, per evitare di contrarre l’infezione è importante proteggere i rapporti occasionali con persone sconosciute.

Se si ha il sospetto di aver contratto l’infezione è importante sottoporsi a visita medica.

Quando i condilomi non sono trattati in tempo e/o le terapie farmacologiche (es. crema a base di Imiquimod ) non hanno dato esito positivo, possono svilupparsi in forme più gravi e richiedono tecniche più invasive eseguibili in anestesia locale come la criochirurgia, l’elettro-cauterizzazione, la terapia laser e l’intervento chirurgico con l’obiettivo di rimuovere le vegetazioni condilomatose.

Spesso per prevenire le recidive è bene usare dopo il trattamento la crema a base di Imiquimod.

È necessario sottolineare che i condilomi tendono a ripresentarsi entro i primi 3 mesi dal completamento della cura e che alcuni sottotipi virali possiedono potenzialità di trasformazione neoplastica. A tal fine, è bene che il paziente sia sottoposto a controlli periodici dopo 1, 3, 6 e 12 mesi.

Il trattamento con laser fotona

Per eliminare i condilomi, si può ricorrere al Laser Erbium YAG, che garantisce risultati ottimali e sicuri. Con tale metodica gli interventi di trattamento dei condilomi sono assolutamente rapidi, sicuri e minimamente invasivi. Il dolore postoperatorio è minimo, può variare a seconda della quantità di condilomi asportati e può essere controllato con somministrazione di FANS. 

Il raggio laser scalda e vaporizza in maniera istantanea il tessuto anormale e non danneggia il tessuto sano circostante, inoltre la riparazione del tessuto trattato con laser avviene rapidamente e senza formazione di cicatrici. 

Dopo il trattamento è bene applicare per 10-15 minuti una borsa di ghiaccio. I pazienti riprendono le attività lavorative subito, anche se devono eseguire medicazioni con pomata antibiotica per alcuni giorni.

Search

+